vai al contenuto. vai al menu principale.

Il comune di Vaprio d'Agogna appartiene a: Regione Piemonte - Provincia di Novara

Suap - Modulistica Commercio

SCIA NOLEGGIO CON CONDUCENTE - VARIAZIONE

DELEGA SOTTOSCRIZIONE

NCC

SCIA SUBINGRESSO

AGENZIA AFFARI (Scia)

GIOCHI LECITI (Scia)

MODIFICHE INTERNA ALL'IMPRESA (Scia)

NOLEGGIO SENZA CONDUCENTE (Scia)

RIMESSA VEICOLI (Scia)

ACCONCIATORI (Scia)

PANIFICATORI (Scia)

ESTETISTA (Scia)

FUNGHI EPIGEI (Scia)

TINTO - LAVANDERIE (Scia)

COMMERCIO ELETTRONICO (Scia)

SUBINGRESSO (Scia)

BEVANDE E ALIMENTI (Scia)

MEZZI DI COMUNICAZIONE (Scia)

BEVANDE ED ALIMENTI Art. 8 (Scia)

SCIA DISTRIBUTORI AUTOMATICI

ESERCIZI DI VICINATO (Scia)

DI CHE COSA SI TRATTA?Gli esercizi di vicinato sono gli esercizi commerciali di vendita al dettaglio alimentari o non alimentari, aventi una superficie di vendita non superiore a 150 mq. o a 250 mq. se il comune ha più di 10.000 abitanti. Completano le tipologie merceologiche di settore insieme alle medie e alle grandi strutture.Per commercio al dettaglio si deve intendere l’attività svolta da chiunque, professionalmente, acquista merci in nome e per conto proprio e le rivende, su aree private in sede fissa o mediante altre forme di distribuzione, al consumatore finale.Per esercizio commerciale si intende il luogo fisicamente delimitato mediante pareti continue, separato, distinto e non direttamente collegato ad altro adibito a superficie di vendita. Ad ogni esercizio commerciale corrispondono una sola superficie di vendita ed una sola comunicazione (SCIA) commerciale. Due attività commerciali al dettaglio non possono coesistere all’interno dello stesso locale.La superficie di vendita di un esercizio commerciale è l’area destinata alla vendita, compresa quella occupata da banchi, scaffalature e simili. Non costituisce superficie di vendita quella destinata a magazzini, depositi, locali di lavorazione, uffici e servizi.La superficie di vendita degli esercizi commerciali che trattano prevalentemente merci ingombranti, dei quali il venditore non è in grado di effettuare la consegna immediata (mobilifici, concessionarie auto, legnami, materiali per l’edilizia e simili), può essere limitata alla dimensione massima degli esercizi di vicinato; la parte rimanente, ancorché comunicante con essa, deve essere separata e distinta da pareti continue e si può destinare a magazzino, deposito o superficie espositiva. In questo caso è obbligatoria la sottoscrizione e la registrazione presso l’Agenzia delle entrate di un atto di impegno d’obbligo tra Comune ed operatore che delimita la superficie di vendita e costituisce integrazione alla SCIA e nel quale, oltre alla delimitazione della superficie di vendita, è precisata, senza possibilità di deroghe, la composizione delle merceologie di offerta.Riferimenti normativi: Decreto legislativo 114/98 e s.m.i. Legge Regionale 28/99 e s.m.i. Deliberazione di Giunta Regionale n. 563-13414 del 29.10.1998 e s.m.i. Decreto Legislativo 59/2010 Legge 241/90 e s.m.i.Fattispecie degli esercizi di vicinato soggette a SCIA.Sono soggette a SCIA:le nuove attività, il subingresso, (trasferimento di titolarità),il trasferimento di sede,l’ampliamento o la riduzione di superficie,l’ampliamento merceologico,la sospensione dell’attività,la cessazione dell’attività,le modifiche dell’attività.Modelli disponibili.1 – I modelli da utilizzare sono relativi:nuova apertura;trasferimento di sede;ampliamento o riduzione di superficie di vendita;ampliamento della gamma merceologica.2 – Modello sul trasferimento di titolarità (subingresso) dell’attività.3 – Modello sulla sospensione dell’attività.4 – Modello sulla cessazione dell’attività.5 – Modello sulle modifiche che non costituiscono subingresso

VENDITA DOMICILIO (Scia)

AGRICOLTORE IN FORMA ITINERANTE (Cia)

SCIA SOMMINISTRAZIONE CIRCOLO PRIVATO

SPACCIO INTERNO (Scia)